lunedì 29 aprile 2013

Zombieland la serie, parlano i produttori

Il pilot della possibile nuova serie è uscito e ogni fan del mondo Zombie si sta facendo la sua idea per quanto riguarda questo nuovo progetto. Ma sentiamo cosa dicono i produttori, dopo il salto.

Zombieland the Series

Recentemente in un intervista i produttori Rhett Reese e Paul Wernick hanno potuto parlare della loro "nuova" creatura, snocciolando parecchie informazioni interessanti. La lunga trasposizione scritta è disponibile integralmente qui in inglese ma noi abbiamo pensato potesse essere utile un piccolo riassunto del tutto.

Quello che forse non tutti sanno è che Zombieland era nato nel 2005 inizialmente come serie televisiva. Ma lo script fu rifiutato dalla CBS e successivamente diventò un film. Si parlò poi a lungo di un sequel ma alla fine si ritornò all'idea della serie.
I produttori hanno trovato un partner in Amazon che ritengono sia il futuro in quanto la televisione sarà sempre più "guardo quello che voglio quando voglio" con un ovvio uso di internet.

Per quanto riguarda la storia hanno deciso di portare avanti i quattro personaggi conosciuti Tallahassee, Wichita, Little Rock, e Columbus perché per loro sono la famiglia disfunzionale che funziona ed essendoci affezionati non aveva senso sostituirli.

L'intervista quindi passa allo spinoso argomento circa la sostituzione degli attori del film. I produttori ritengono ingiusto cercare di paragonare il cast originale con quello attuale. Non è possibile perché ovviamente i primi hanno lasciato un marchio indelebile, difficilmente cancellabile dai secondi. Occorre portare pazienza e adattarsi ai nuovi attori. Che tradotto secondo noi significa che per motivi, anche economici, i primi attori non erano utilizzabili nel telefilm...
Viene anche fatto notare che all'inizio il personaggio di Tallahassee fosse stato pensato esattamente come l'abbiamo visto interpretare da Kirk Ward nel pilot. Quando però il progetto venne trasformato da serie a film, fu chiamato Woody Harrelson che diede un tocco personale al carattere. Ritornando alla nuova serie, si è voluto ritornare anche alla vecchia idea di Tallahassee, quindi quello che stiamo vedendo è quello originale in realtà. Uhm e forse era meglio rimanere a quello che avevamo amato nel film, ma è anche vero che Kirk difficilmente sarebbe stato in grado di gestire il personaggio rimodellato da Woody.

Si prosegue spiegando che il film va visto come un un primo episodio (o la somma di due) e che la storia proseguirà sulla stessa falsa riga mostrandoci il gruppo alle prese con i loro rapporti, Tallahassee e Little Rock padre/figlia e Columbus&Wichita nella loro storia romantica, e con il nuovo mondo da affrontare. Si parla adirittura di possibili cameo di famosi attori, come accadde con Bill Murray nella versione cinematografica.

A proposito del discorso Zombie viene ricordato come il modello sia quello alla "28 Giorni Dopo" con infetti, più che morti viventi nel senso classico del termine. Queste persone infettate sono quindi vive a tutti gli effetti e possono morire anche se non colpite in testa, si attaccano a vicenda, possono essere più o meno stupide, etc. Un buon modo per darsi totale libertà nelle situazioni, pensiamo noi, ma sempre meglio di trovarsi in situazioni in qui la logica della trama viene a mancare. Per la produzione, il mondo apocalittico è anche da vedere come un posto dove ci si possa divertire e non pensare solamente a sopravvivere, e vogliono comunicarcelo attraverso le situazioni rilassate e l'humor che fa parte del prodotto.

Ma la domanda più importante rimane: vedremo mai questa serie?
Innanzitutto pare confermato che la serie sarà distribuita attraverso Internet, il futuro delle produzioni di questo tipo. Poi per quanto il suo destino se avete letto la news del nostro Zombitch! saprete che Zombieland dovrà passare una votazione attraverso il sito di Amazon per poter essere prodotto. Sembra che il noto sito stia monitorando tutto, dalle visualizzazioni ai commenti, a quante volte mettete pausa (non è uno scherzo) e se pure andate al bagno (ok questa no). Sembra che entro un mesetto o giù di lì saremo in grado di sapere se saremo spettatori di questa nuova serie o se il popolo di internet avrà deciso di propinarci qualche orribile storia di teenagers rincoglioniti o peggio, seppellendo forse definitivamente le nostre speranze.

Incrociamo le dita, speriamo di poter vedere qualcosa di meritevole e alla prossima news su Zombieland.

[Fonte:Dread Central]